Accesso ai servizi per tutti

Noi di Rivivere Borgo abbiamo la netta impressione che negli ultimi anni si sia verificato un allontanamento tra il Comune e la cittadinanza, un po' come se fossero entità diverse e separate quando in realtà il primo è l'espressione della seconda. La sfiducia generalizzata nelle istituzioni forse è anche il segnale di una mancanza di comprensione vicendevole: per questo vogliamo avvicinare i cittadini al Comune e il Comune ai cittadini con iniziative in cui si veda chiaramente una volontà di apertura, di sostegno, di fornire più servizi. Le iniziative che tratteremo a breve hanno il pregio, a nostro parere, di far percepire ai cittadini che il Comune è dalla loro stessa parte nella vita di tutti i giorni e che insieme si può costruire, un passo dopo l'altro, un futuro migliore. Elenchiamo di seguito alcune delle nostre proposte:

  • Oltre alla già citata apertura di uno sportello dedicato a commercianti e privati per quanto riguarda i fondi provinciali ed europei, crediamo che sia importante istituire altri due sportelli: il primo è uno sportello di ascolto della cittadinanza, visto che in un mondo sempre più tecnologico eppure sempre più burocratico può risultare difficile orientarsi e accedere ai servizi che l'amministrazione offre. Diventa quindi essenziale essere seguiti da persone esperte in materia che possano offrire chiarimenti, che possano aiutare a compilare la modulistica e che possano indicare al cittadino la strada giusta per ottenere i servizi che richiede. Il secondo è uno sportello di orientamento legale gratuito per tutti i cittadini: attraverso questo sportello ogni cittadino potrà rivolgersi ad un legale designato dal Comune che, su base volontaria, cercherà di individuare il percorso corretto da intraprendere in modo che il cittadino possa far valere i propri diritti a seconda della problematica esposta. Potrebbe essere uno strumento molto utile per offrire una soluzione a svariati problemi che si possono incontrare nella vita di tutti i giorni (che si parli di rapporti di vicinato, di condominio, di locazione, problemi con successioni ereditarie o con l'affidamento dei figli).
  • Vogliamo proporre una forma di social housing comunale: si potrebbero sfruttare alcuni immobili inutilizzati o che abbisognano di riqualificazione per ricavarci degli appartamenti, calmierando il loro affitto in modo da venire incontro ai nostri compaesani che attraversano una situazione
  • Il problema dei parcheggi nel nostro Comune è un molto sentito dalla cittadinanza e per questo nella sezione delle strutture proponiamo la creazione di un parcheggio multipiano. Ma le nostre proposte al riguardo non finiscono qui: intendiamo eliminare il disco orario per quanto riguarda i parcheggi di Olle e valutare un'apertura al pubblico del cortile dell'attuale Scuola Elementare quando questa è chiusa o quando si svolgono eventi sul territorio.
  • Gli orti comunali dovrebbero essere disponibili per chiunque ne abbia l'interesse, indipendentemente dalla fascia di età: modificheremo il regolamento comunale affinché anche i residenti sotto i 60 anni possano presentare domanda di assegnazione. Per supplire alla maggiorazione della domanda di orti vi saranno dedicati maggiori spazi in diverse aree del Comune.
  • Vogliamo sostenere chi ha delle difficoltà motorie eliminando il maggior numero possibile di barriere architettoniche attualmente presenti e installando su tutto il territorio una serie di panchine e servizi adeguati a chi è portatore di handicap. Riteniamo anche che un gioiello come la Val di Sella sia patrimonio di tutti, anche di chi non può più guidare o non può raggiungerla in altro modo: per questo motivo è nostra intenzione fare tutto il possibile per creare una linea di bus navetta che possa portare le persone da Borgo e Olle fino a Sella e ritorno. Questa eventuale linea potrebbe tornare comoda anche a livello turistico, portando nei nostri centri storici qualche turista che abbia voglia di scendere. E' sicuramente auspicabile una collaborazione con qualche associazione o cooperativa presente sul territorio per organizzare questo tipo di interventi nel modo migliore.
  • Ad oggi il discorso sulla connettività non è più marginale, deve necessariamente essere affrontato per venire incontro a tutta la cittadinanza, in primis le persone che con la rete ci lavorano. Crediamo che i primi interventi da fare siano quelli dell'allacciamento della fibra ottica, la quale sembra sempre sul punto di arrivare ma puntualmente non arriva mai, del potenziamento della rete WiFi comunale, soprattutto a fini turistici e per facilitare il download dell'applicazione di Borgo Valsugana tramite i QR Code come proponiamo sopra. A tal proposito riteniamo anche si debba rinnovare l’attuale sito web del Comune, il quale presenta un’impostazione poco intuitiva per un cittadino alla ricerca di informazioni. Infine vogliamo proporre l’installazione di una webcam in modo tale che la cittadinanza possa seguire in streaming anche da casa l’andamento dei consigli comunali.
  • Pur non essendo direttamente di competenza comunale non dimentichiamo l'Ospedale San Lorenzo: intendiamo essere interlocutori molto attivi con la Provincia e con l'A.P.S.S. affinché l’ospedale di Borgo sia messo nelle condizioni di poter rispondere adeguatamente alle esigenze in ambito sanitario non solo dei borghesani e degli olati, ma di tutta la Valsugana. Per far sì che il servizio di pronto intervento sia tale anche quando l'unica ambulanza in dotazione a Trentino Emergenza è occupata, la nostra intenzione è di fare più pressioni possibili affinché nei turni di notte, nei festivi e nei prefestivi il pronto soccorso dell'Ospedale San Lorenzo venga dotato di una seconda autoambulanza.
Scroll to top