Logo Rivivere Borgo

Ci presentiamo

Rivivere Borgo, vuole porsi come espressione concreta di una gran parte della comunità che, preoccupata per la mancanza di prospettive future e, alla luce della chiusura di numerose attività commerciali, turistiche e fieristiche, punta al rilancio e al rinnovamento del paese come fulcro principale della Bassa Valsugana.

Molte sono le potenzialità inespresse del nostro paese e le occasioni mancate che,con un’amministrazione più efficace ed attenta, potrebbero da subito trasformarsi in opportunità concrete. Muovendoci nel solco valoriale che contraddistingue le genti del nostro Borgo e confrontandoci direttamente con gran parte della popolazione siamo riusciti a individuare le principali cause di malcontento e tradurle in un programma elettorale capace di proporre soluzioni concrete.

Per arrivare agli obiettivi che ci poniamo secondo noi è fondamentale l’indipendenza da logiche politiche: la buona amministrazione non ha colori politici ma è animata da una visione orientata al domani, non solo al presente. Essa è infatti il risultato, a nostro avviso, di progetti coerenti all’interno di un unico quadro generale con punti cardinali ben chiari, non certo di una serie di singoli espedienti orientati a rimandare a domani i problemi di oggi.

Oggi è ufficiale la nostra presenza alle imminenti elezioni comunali di Borgo Valsugana, presentando alla comunità di Borgo e Olle la nostra nuova lista civica denominata “Rivivere Borgo, composta da giovani con l’obiettivo di portare competenze nuove al servizio della comunità, basandosi sulla forza delle idee, dei progetti, di una visione di Borgo che ci accomuna.

Come candidato sindaco abbiamo individuato la figura di Sunil Pellanda che, come altri appartenenti al nostro gruppo, si è costantemente interessato alla vita del paese e si è sempre speso in attività a favore della comunità.

Ribadiamo che la nostra lista, avendo come unico e vero interesse il benessere di Borgo e Olle, ha dialogato con tutte le forze politiche in campo e lo continuerà a fare: crediamo fermamente che le idee positive e innovative vadano attuate senza pregiudizi di natura ideologica e che il dibattito costruttivo che scaturisce da esse sia sempre nell’interesse dei “borghesani” e degli “olati”.

Noi crediamo in Borgo, e voi?

Scroll to top